Come combattere il traffico spam con i filtri di Google Analytics? - Semalt rivela una risposta

Potrebbe non essere possibile per tutti noi distruggere il traffico spam con i filtri di Google Analytics. Ci sono possibilità che ciò accada a tutti mentre gli spammer giocano quotidianamente con molti siti. Sono pericolosi per le tue aziende e possono rovinare la tua reputazione su Internet. Un altro problema è che il traffico fantasma e lo spam non forniscono risultati accurati in termini di traffico del sito Web . Ti offrono sempre visualizzazioni con un'alta frequenza di rimbalzo, facendoti sentire che stai ricevendo sempre più visualizzazioni ogni giorno. Per noi è importante ricevere solo poche visualizzazioni al giorno, garantendo la loro qualità. Al contrario, i siti Web che ricevono molte visualizzazioni e una frequenza di rimbalzo meno preziosa potrebbero non generare molti lead. Se sei uno di loro, devi cambiare le tue strategie e costruire una presenza online affidabile. Anche quando sai che gli spammer sono lì, non dovresti discutere con loro e creare alcuni filtri per sbarazzartene in larga misura.

Fortunatamente, sono disponibili alcune tecniche e metodi per sbarazzarsi degli spammer con Google Analytics. Puoi creare filtri e risolvere molti dei tuoi problemi su Internet.

Un grande professionista di Semalt Digital Services, Ivan Konovalov, dà un'occhiata qui ad alcune delle cose di base che dovresti tenere a mente:

Creazione di nuove viste

È utile creare viste completamente nuove prima di modificare le impostazioni nel tuo account Google Analytics. Dovresti creare nuovi filtri intatti in gran numero e suddividere le cose in segmenti. All'inizio, questo processo richiederà del tempo, ma può aiutarti a preparare rapporti sulla qualità. Dovresti accedere alla sezione Amministratore del tuo account Google Analytics e modificare le impostazioni di visualizzazione. Qui dovresti creare viste diverse e filtri diversi e farli unire tra loro.

Impostazione di un filtro completo

È possibile impostare un gran numero di filtri in base alle proprie esigenze. Se hai qualche confusione su come creare filtri, ti consigliamo di controllare i suggerimenti di Google disponibili su Internet, ma alcune cose che richiedono la tua attenzione rapida includono nomi host, fonti della campagna, impostazioni della lingua e altro ancora validi.

Nomi host logici

Non sarebbe sbagliato affermare che tutto il traffico del tuo sito web deve passare attraverso i nomi host e i server per garantire che la qualità non sia compromessa. Le informazioni sono disponibili nel tuo Google Analytics. Un nome host valido è un nome legittimo associato al tuo sito e può filtrare i risultati del tuo motore di ricerca in base alle tue impostazioni. Se sei stanco dell'alta frequenza di rimbalzo, puoi provare questa opzione per ridurre la frequenza di rimbalzo del tuo sito. Ma dovresti sempre assicurarti di non rimanere intrappolato da un falso nome host in quanto potrebbe rovinare il tuo sito.

Fonti della campagna

Devi avere un'idea di da dove proviene il traffico del tuo sito web. Creando filtri, puoi conoscere le fonti del traffico e ottenere informazioni sugli indirizzi IP.

Impostazioni della lingua

Un gran numero di spammer e hacker sfruttano il tuo sito e le sue impostazioni inviando traffico falso. Inoltre, superano le impostazioni della lingua e i filtri vengono disturbati in larga misura. Il modo migliore per sbarazzarsene è monitorare le prestazioni del tuo sito ogni giorno. Dovresti tenere d'occhio quante visualizzazioni hai ricevuto e come migliorare la frequenza di rimbalzo.

mass gmail